Perché avvalersi dello Studio Legale Bianchini & Pellegrini

Gli avvocati Bianchini e Pellegrini offrono al Cliente un’assistenza personalizzata e caratterizzata da un contatto diretto e costante.
L’attività di consulenza e assistenza giudiziale e stragiudiziale fornita dallo Studio si distingue per essere svolta in prima persona dai titolari.

I Professionisti dello Studio si caratterizzano, inoltre, per il forte dinamismo e per la capacità di interagire con la clientela avvalendosi dei più moderni mezzi di comunicazione telematica.

23 Sep 2022

Il ruolo di ausilio del Gestore della crisi nelle procedure di sovraindebitamento


Con la disciplina riguardante la procedura di sovraindebitamento, il legislatore ha introdotto una nuova figura che assista il debitore, stiamo parlando del Gestore della crisi.

In particolare, il debitore che intenda risanare la propria posizione debitoria, deve avviare una procedura di sovraindebitamento presentando un‘istanza di nomina di un O.C.C. e depositarla presso un Organismo di Composizione della crisi, iscritto nel registro presso il Ministero della Giustizia, ove si ha la residenza o la sede del soggetto sovraindebitato.

La procedura, così instaurata, prevede che l’OCC proceda alla nomina di un gestore della crisi, il cui ruolo di ausilio si esplica materialmente, ad esempio, nella raccolta di tutte le informazioni utili per definire il progetto di risanamento e, in primis, stabilendo l’ammontare delle attività mediante l’inventario dei beni immobili e mobili del debitore, e dei crediti di cui egli è titolare.

Inoltre, per definire esattamente il quadro complessivo del passivo, già in parte ricostruito dalle informazioni fornite dall’eventuale professionista che assiste il debitore, il gestore esegue ulteriori accertamenti, tra cui le richieste di carichi pendenti all’Agenzia Entrate Riscossione, ad enti locali o all’Inps ed all’Inail.

La determinazione dell’attivo e del passivo è un’operazione fondamentale non solo per la formazione dell’elenco dei creditori, con l’indicazione delle somme a loro dovute, ma risulta utile, altresì, nella determinazione delle spese necessarie al sostentamento del debitore e della propria famiglia.

Detto ciò, ad oggi, non vi sono dubbi che l’OCC risulti una figura centrale nella nuova disciplina delle procedure di sovraindebitamento in parte, grazie al suo ruolo di supporto attivo a tutti i soggetti coinvolti nella procedura, e in parte grazie al compimento di qualunque attività che possa rivelarsi utile per il raggiungimento di un esito positivo.

Altri articoli


15 Sep 2022

La Riforma della Procedura di sovraindebitamento, dopo l’entrata in vigore del Codice della crisi


08 Sep 2022

Il Tribunale di Parma accoglie una proposta di stralcio del 90%.

Bianchini Pellegrini

Avv. Claudio Bianchini
Avv. Claudio Bianchini

Avvocato civilista iscritto all’Albo presso l’Ordine degli Avvocati di Parma, si occupa in particolare di crisi d’impresa, sovraindebitamento, questioni di diritto del lavoro, recupero crediti.
È, altresì, iscritto all’elenco dei Gestori della Crisi dell’OCC istituito presso l’Ordine degli Avvocati di Parma.

avv.claudiobianchini@bianchinipellegrini.it
Avv. Giovanna Pellegrini
Avv. Giovanna Pellegrini

Avvocato civilista iscritta all’Albo presso l’Ordine degli Avvocati di Parma, si occupa in particolare di diritto di famiglia, recupero crediti ed esecuzioni, contrattualistica, sfratti e locazioni.

avv.pellegrini@bianchinipellegrini.it

Scrivici